Jun scrive:

 

yawn

 

B. scrive:

 

sei apatica

 

B. scrive:

 

è il male della nostra epoca

 

Jun scrive:

 

ho freddo e mi infastidisco quando ho freddo

 

B. scrive:

 

dovresti drogarti, sai? è questo che fanno tutti…

 

è la soluzione giusta… credi a chi ti vuol bene

 

Jun scrive:

 

(faccina perplessa)

 

Jun scrive:

 

dici?

 

B. scrive:

 

non lo dico solo io…

 

B. scrive:

 

quando uno si annoia e non ha niente da fare… si droga.

 

poi ruba le autoradio.

 

lo dice la chiesa!

 

Jun scrive:

 

ah.. e che tipo di droghe dovrei assumere?

 

B. scrive:

 

qualsiasi. basta che diano dipendenza.

 

B. scrive:

 

visto che sei una che sbadiglia tutto il giorno e vede i numeri uguali ogni volta che guarda l’orologio dovresti passare subito al buco. inutile perdere tempo con altri rimedi.

 

Jun scrive:

 

Jun scrive:

 

ma… mah… è illegale!

 

B. scrive:

 

ti posso garantire risultati nel giro di un mese!

 

B. scrive:

 

fidati di me!

 

Jun scrive:

 

cosa mi succederà?

 

B. scrive:

 

farai la tua prima autoradio verso i primi di novembre

 

Jun scrive:

 

e la legge?

 

B. scrive:

 

a fine dicembre inizio di gennaio (anno nuovo, vita nuova) perderai il rispetto dei genitori e la fiducia degli amici

 

B. scrive:

 

eh.. .come corri… per avere i tuoi primi guai seri con la legge devi darci dentro fino all’estate!

 

Jun scrive:

 

ah. E che effetti avrò sull’apatia?

 

B. scrive:

 

(sempre così voi giovani… volete tutto e subito!)

 

B. scrive:

 

non saprai nemmeno più cos’è.

 

o meglio, quando non sarai occupata a cercare di farti sarai in uno stato catatonico simile alla morte clinica.

 

B. scrive:

 

Tu non mi credi.

 

Ma questa cura contro gli sbadigli funziona! Ti giuro!

 

Jun scrive:

 

te l’hai provata?

 

B. scrive:

 

Quando ero piccolo e sbadigliavo tante volte di fila mia nonna mi faceva una spada di ero (poca), poi metteva un’autoradio sul davanzale della finestra… e io gattonavo tutto il pomeriggio cercando di afferrarla. Quando mia madre tornava a casa la aggredivo e lei mi menava.

 

Jun scrive:

 

(faccina che si scompiscia)

 

B. scrive:

 

Il rimedio della nonna aveva funzionato però.. per tutto il giorno non sbadigliavo più.

 

Jun scrive:

 

(f.c.s.s. idem come sopra)

 

B. scrive:

 

see ridi ridi

 

B. scrive:

 

un giorno uno sbadiglio ti ucciderà

 

 

Annunci