Un piatto di farfalle di oggi le ho buttate nel secchio.

Erano secche e irriscaldabili. Gommose.

Per dire, le farfalle.

Ciaf, nel cestino. Secche.

Ho salvato in extremis quel pugno di gamberetti e olive che ci erano rimasti dentro, e li si è buttati nell’insalata, spazzolata con le gallette di mais guardando Lost.

Ora se le rivoglio, le farfalle, bisogna ricomprarle. Ricuocerle. Rifarci il sughetto. Ci vogliono tanti minuti a cuocere le farfalle, ché se hai un sacco di fame è meglio se ti fai qualcos’altro, perché con la farfalla ti spazientisci, ché il centro è sempre duro duro e finisce sempre che la scoli quando è ancora cruda.

La farfalla.

Annunci