Del mio primo giorno di lavoro dico solo che ho fatto amicizia con il gatto nero gigante che sonnecchia sotto il portone a ogni ora del giorno e della notte. Tornavo dal pranzo, fumavo, mi sono seduta sul gradino vicino al gatto, gli ho teso la mano con poco ottimismo, pensando Mi graffia/Mi scaca/Mi morde. Invece si alza e viene a piazzare il suo grosso culo sulle mie cosce, impelandomi per bene i jeans, e prontamente appisolandosi, infilando il testone sotto il mio braccio.

Già lo amo.

Si chiamerà Totoro.

 


Annunci