Io ma che ne so, ogni volta ci resto sotto, ogni volta che torno in casa natìa dopo un po’ che non ci torno, e per un po’ intendo anche solo due settimane, mentre l’autobus solca l’appennino e io un po’ dormo e un po’ leggo e un po’ mi sveglio e sono in mezzo a paesaggi della madonna, io ci resto sotto per com’è qui, per i panorami, per gli alberi di mimosa che sono già esplosi e non è neanche febbraio, e che ne so, l’aria è più limpida, la luce diversa, l’erba è più verde e non è neanche quella del vicino, è la mia. E per quanto io possa tornare nel bel mezzo dell’uscita delle scuole, il traffico, le macchine, gli studenti, nell’aria c’è un silenzio, una serenità, una luce che proprio non lo so, a me mi viene in mente la parola: spazio. E anche quella aria.

http://www.metrolyrics.com/scroller/scroller2.swf?lyricid=2147452318&border=2&bordert=80&bgfont=0xC0C0C0&bg=http://www.metrolyrics.com/scroller/bgpic/bluedisco.jpg&filter=0x000000&filtert=25&txt=0xFFFFFF&fontname=arial&fontsize=11&speed=2
Home Lyrics

Annunci