Ho freddo, sonno e mi girano le palle. Mi si son rotte le cuffie dell’iPod, la destra non si sente più, stamattina è suonata per sbaglio una sveglia lasciata in cucina ad un orario fuori dalla grazia di iddio, so solo che era buio, mi sono addormentata col mal di testa e mi ci sono svegliata, ho fatto una scelta e non so se ho fatto bene, ho visto delle foto di questa estate e sarà stata la PMS ma mi guardavo e pensavo porco cazzo chi è questo cesso? Ho una scadenza alle calcagna e non dormo per rispettarla, mi dà fastidio tutto, ho la testa per aria, ho un fidanzato attualmente domiciliato in una vallata non raggiunta dalla civiltà laddove il telefono prende poco e male e questo fa sì che mi manchi ancor più del solito se è possibile.

Mia madre ha compiuto sessant’anni, e io trenta, e senza scomodare la numerologia se ne può dedurre che quest’anno io ho compiuto gli anni che aveva mia madre quando sono nata io, la sua terza e ultima figlia. Sì, va be’, erano altri tempi, bla bla, ma i fatti non cambiano, e gli orologi biologici non cambiano insieme ai tempi, purtroppo.

A parte questo, tutto bene, grazie.

Ah, ho visto per la prima volta il video di Heavy cross dei Gossip (lo so, quanto sono fuori dal mondo?) e ci sono rimasta sotto perché io per tutto il tempo avevo immaginato la cantante come una biondina magra e saltellante, gwen stefani style, e invece è così ed è il mio nuovo mito. Bella ciaciona della casa.

Stanotte ho sognato Robbie Williams, lo incontravo a Lanciano in via Martiri, lo riconoscevo, lui sorrideva, io balbettavo tipo Hi, uhm, well, eheh, you know, poi andavo con lui a casa di due studentesse e ne uccidevamo una à la Dexter, con la plastica e tutto. Nel frattempo lui si era trasfigurato in Damon di Vampire Diaries (diolobenedica).

Io dico che il prossimo passo è lo Xanax.

Annunci